PEC: mbac-as-mo[at]mailcert.beniculturali.it   e-mail: as-mo[at]beniculturali.it   tel: (+39) 059 230549

Archivio di Stato di Modena

Allegati

Locandina

Depliant


Il giudice e la strega. Eretici, streghe e inquisitori.

I processi del Tribunale dell'Inquisizione di Modena dal XVI al XVIII secolo

La mostra è aperta dal 14 al 19 settembre 2018 con i seguenti orari:
Martedì dalle 14.30 alle 16.30
Mercoledì e Sabato dalle 10.00 alle 12,30

In occasione del Festivalfilosofia 2018 dedicato alla Verità, l'Archivio di Stato di Modena presenta la mostra documentaria "II giudice e la strega. Eretici, streghe e inquisitori. I processi del Tribunale dell'Inquisizione di Modena dal XVI al XVIII secolo",

La mostra illustra l'attività del Tribunale dell'Inquisizione modenese nell'arco di tre secoli, dal Cinquecento al Settecento, attraverso i documenti conservati presso l'Archivio di Stato di Modena. Nel XVI secolo furono frequenti soprattutto i processi per eresia, causati dal diffondersi delle idee protestanti, di cui a Modena fu caso esemplare la sentenza contro il letterato Lodovico Castelvetro, dietro la quale si intrecciarono vicende politiche e lotte di potere fra il Ducato Estense, il Comune di Modena e lo Stato Pontificio.


Orari di apertura in occasione del Festivalfilosofia2018:
Venerdì 14 settembre 9.00 – 21.00
Sabato 15 settembre 9.00 – 21.00
Domenica 16 settembre 9.00 – 18.00

Visite guidate alla mostra a cura degli studenti della classe V E del liceo classico-linguistico “L. A. Muratori – San Carlo” (max 30 persone a visita):
Venerdì 14 settembre ore 17.00
Sabato 15 settembre ore 15.30 e 17.00
Domenica 16 settembre ore 11.00 e 16.30

La mostra e le visite guidate sono collegate all'evento performativo La verità estorta a cura dell'Associazione culturale “Il Leggio” che si terrà presso l'ingresso dell'Archivio di Stato:
venerdì 14 e sabato 15 settembre alle ore 19.00 (max 50 persone)

Tutte le iniziative sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.
Non si effettua prenotazione.

A cura di: Maria Carfì, Lorenza Iannacci, Annalisa Sabattini, Valentina Soldani, Silvia Toppetta.

Allestimento e restauro: Maria Antonietta Labellarte

Fotografia: Maria Carfì

Comunicazione: Annalisa Sabattini

Grafica: Giuseppe Gambetta

Con la collaborazione di tutto il personale dell'Archivio di Stato di Modena



Ultimo aggiornamento: 24/09/2019