Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica

   Presso l'Archivio di Stato di Modena è attiva la scuola di Archivistica Paleografia e Diplomatica per la formazione professionale degli archivisti. La scuola è una delle 17 istituite presso altrettanti archivi di Stato del territorio italiano (Bari, Bologna, Bolzano, Cagliari, Firenze, Genova, Mantova, Milano, Modena, Napoli, Palermo, Parma, Perugia, Roma, Torino, Trieste, Venezia) regolate dal R. Decr. 2 ottobre 1911 n.1163 e disciplinate dal D.P.R. 30 settembre 1963 n. 1409, (art.14 e tab.B).

Segreteria amministrativa:

dal lunedì al venerdì, 10.00- 12.00

Referenti:

Carmela Velardi

Angelo Buttaro

Referenti per informazioni e didattica:

Maria Carfì

Oriella Zanasi

tel. 059 230549

posta elettronica: as-mo.scuola@beniculturali.it

Modulistica

Domanda ammissione al I anno

Domanda ammissione esami finali

Domanda di ammissione in qualità di uditore (word) (pdf)

Modalità di ammissione

Bando per il Biennio 2016- 2018

Ogni nuovo corso con le relative modalità di iscrizione e di svolgimento della prova di ammissione viene pubblicizzato mediante l'emanazione di un bando scaricabile da questo sito web con relativa domanda di ammissione.

Per accedere al corso il titolo richiesto è il Diploma di scuola media superiore. L'ammissione è subordinata al superamento di una prova scritta consistente in una serie di quesiti a risposta multipla vertenti sulla Storia d'Italia e d'Europa dalla caduta dell'Impero romano ai giorni nostri e di una prova scritta di latino consistente nella traduzione dal latino all'italiano di un documento non anteriore al secolo XII e non posteriore al XV. E' consentito l'uso di dizionari latini.

Il numero massimo degli ammessi al corso è fissato in 25 unità senza limite d'età. La selezione avverrà secondo la graduatoria determinata dal punteggio conseguito da tutti coloro che avranno superato le prove di ammissione.

L'ammissione diretta al 2° anno di corso è subordinata al numero dei posti disponibili.

Iscrizione e frequenza sono gratuiti.

Avvertenze.
- Per poter partecipare alle prove d'esame presso l'Archivio di Stato di Modena è indispensabile essere muniti di valido documento di identità: le persone sprovviste di tale documento non saranno ammesse a sostenere gli esami.
- Nei confronti degli archivisti ecclesiastici (requisito da provare o con certificazione o con autocertificazione) si applicheranno i benefici di cui al D.P.R. 16 maggio 2000, n.189.

Organizzazione del corso

La scuola si articola in due anni. Le lezioni, con inizio ad ottobre e termine a maggio, si svolgono il martedì ed il giovedì dalle 14 alle 17. La frequenza ai corsi è obbligatoria; le assenze, di qualunque tipo, non possono superare 1/6 delle ore complessive di lezione.

Esami finali

Gli esami finali, cui sono ammessi gli allievi che hanno seguito almeno 5/6 del monte ore totale di insegnamento, si svolgono in un unico appello al termine del secondo anno di corso entro il mese di giugno.

Sono ammessi a sostenere l'esame anche coloro che hanno frequentato il corso presso gli altri Archivi di Stato, previa presentazione di domanda redatta su carta legale del valore di € 16,00 (scarica il modulo), mediante raccomandata, vale il timbro postale, o presentazione a mano presso l'Ufficio protocollo, allegando certificato di frequenza e nulla osta dell'Istituto archivistico presso cui si è frequentata la Scuola.

Valore del titolo

    A coloro che hanno superato l'esame finale viene rilasciato il Diploma in Archivistica, Paleografia e Diplomatica, secondo quanto previsto dall'art.14 del D. P. R. 30 settembre 1963, n. 1409. Oltre ad essere obbligatorio per il personale direttivo dell'amministrazione archivistica dello stato, tale Diploma costituisce titolo richiesto, ai sensi del citato D. P. R., per assumere la direzione delle Sezioni separate d'archivio (archivi storici) delle regioni, delle province, dei comuni capoluogo di provincia, dei consorzi di comuni, nonchè degli archivi di altri enti dei quali sia stata riconosciuta l'importanza ed il particolare interesse storico. Costituisce inoltre titolo preferenziale per il conferimento di incarichi di schedatura, riordinamento, inventariazione di archivi di enti pubblici e privati. E' un titolo rilevante in concorsi per qualifiche inerenti la tenuta di archivi correnti, di deposito e storici, sia pubblici che privati. Può essere infine utile per essere ammesso ad operare in cooperative di archivisti e bibliotecari.